top left image
top right image
bottom left image
bottom right image

Un inconveniente che non mi è mai capitato quand'ero un principiante

Da quando mi si è rotto il cinturino del timex, qualche mese fa, non porto l'orologio al polso. Vivo e corro, incoscientemente, senza cronometro, oppure con il contatempo menomato in tasca. Lo estraggo ogni tanto, per un aggiornamento.

La scorsa domenica però volevo fare delle variazioni a tempo e quindi ho riesumato un sinuoso nike, facendogli inserire una batteria non esaurita, e sono partito.

Dopo circa un'ora la piacevolezza della mia uscita è stata interrotta da un dolore fastidioso da sfregamento al polso sinistro.

Ho spostato l'orologio sul destro, ma mi sentivo sbilanciato, e così l'ho allacciato sopra la manica della maglia risolvendo brillantemente il problema, almeno per le corse invernali.

Il buon Gianni Agnelli forse aveva visto lungo, a suo tempo.
|